Zuppetta di fave

AutoreFondazione Paladini

Adattamento della ricetta contenuta nella pubblicazione "La gioia del cibo con disfagia" di Fondazione Dr. Dante Paladini onlus e realizzata da Marcello Valentino in occasione del Contest "La gioia del cibo con disfagia" di Triglia di Bosco.
IMPORTANTE: LE DECORAZIONI SONO SOLO A SCOPO ILLUSTRATIVO.

TweetSalvaCondividi
Rese4 Portate
 500 g fave fresche (sbaccellate)
 4 filetti di acciughe (di grosse dimensioni)
 1 mazzetto di finocchietto (lesso)
 olio evo
 sale
1

In abbondante acqua salata cuocere le fave fino a che non diventano ben verdi e cominciano a intenerirsi.

2

Subito dopo scolarle e immergerle in acqua e ghiaccio per bloccare la cottura.

3

A questo punto tenerne da parte alcune per guarnire il piatto, mentre il resto trasferirle in un cilindro da cucina e frullarle con un minipimer insieme al finocchietto, un po’ di acqua di cottura di quest’ultimo (temperatura ambiente), un pizzico di sale e un filo di olio extravergine.

4

Ottenuta una vellutata liscia, scaldarla, servire su una fondina.

Ingredienti

 500 g fave fresche (sbaccellate)
 4 filetti di acciughe (di grosse dimensioni)
 1 mazzetto di finocchietto (lesso)
 olio evo
 sale

Passaggi

1

In abbondante acqua salata cuocere le fave fino a che non diventano ben verdi e cominciano a intenerirsi.

2

Subito dopo scolarle e immergerle in acqua e ghiaccio per bloccare la cottura.

3

A questo punto tenerne da parte alcune per guarnire il piatto, mentre il resto trasferirle in un cilindro da cucina e frullarle con un minipimer insieme al finocchietto, un po’ di acqua di cottura di quest’ultimo (temperatura ambiente), un pizzico di sale e un filo di olio extravergine.

4

Ottenuta una vellutata liscia, scaldarla, servire su una fondina.

Zuppetta di fave

Lascia un commento