Dolce cremoso allo yogurt

AutoreFondazione Paladini

Ricetta contenuta nella pubblicazione "Nutrirsi con gusto" a cura di Mauro Uliassi e Paolo Piaggesi

ATTREZZATURE: 2 bastardelle per montare monodose in plastica o bicchieri di vetro; frusta o sbattitore elettrico.

CONSIGLI SULLO STOCCAGGIO/CONSERVAZIONE/RIGENERAZIONE DELLE PORZIONI: è preferibile consumarlo nelle prime 48 ore ma grazie all'aggiunta di gelatina potete anche congelarlo. Magari aggiungete un foglio di gelatina in più. Chiudere le monodosi prima di congelare e per un più rapido scongelamento fare porzioni adeguate (circa 100gr.) e passarle in frigo almeno 6 ore prima di servirlo.

STAGIONALITA' DEI PRODOTTI: reperibilità dei prodotti tutto l'anno.

VARIANTI: è un dolce fresco e leggero, ne potete variare il gusto mescolando qualsiasi confettura. Potete usare yogurt di latte vaccino, ma anche di pecora, bufala o altro. A chi non piace l’acidità dello yogurt può usare allora della ricotta fine e cremosa. Se lo si vuole più cremoso potete togliere un poco di yogurt e mettere del mascarpone.

TweetSalvaCondividi
Rese10 Portate
 250 g yogurt fresco
 140 g zucchero semolato
 8 g colla di pesce
 500 g panna
1

Mettere la gelatina in ammollo in acqua freddissima, intiepidire una parte dello yogurt e scioglierci dentro la gelatina ammollata e strizzata.

2

Mettere in una ciotola il restante yogurt con lo zucchero e una volta sciolto aggiungere lo yogurt tiepido con la gelatina.

3

Montare la panna quasi ben ferma, incorporare lo yogurt e mettere in bicchieri di vetro.

Ingredienti

 250 g yogurt fresco
 140 g zucchero semolato
 8 g colla di pesce
 500 g panna

Passaggi

1

Mettere la gelatina in ammollo in acqua freddissima, intiepidire una parte dello yogurt e scioglierci dentro la gelatina ammollata e strizzata.

2

Mettere in una ciotola il restante yogurt con lo zucchero e una volta sciolto aggiungere lo yogurt tiepido con la gelatina.

3

Montare la panna quasi ben ferma, incorporare lo yogurt e mettere in bicchieri di vetro.

Dolce cremoso allo yogurt

Lascia un commento